5-arte500 2

l’Arte Naif

ARTE NAIF: L’arte Naif si affaccia ufficialmente alla ribalta del mondo artistico attorno ai primi decenni del novecento rimanendo, tuttavia, sempre al di fuori dei grandi avvenimenti storici che segnarono i tempi delle grandi rivoluzioni nel mondo dell’Arte. Tutto ciò si configura nella sua assoluta indipendenza da ogni e qualsiasi “scuola” per rimanere fedele alla propria origine di espressione vitale di artisti non professionisti capaci di cogliere la natura nel suo divenire stagionale ed un modo di vivere legato alla terra, ai suoi frutti ed alle tradizioni antichissime che ne derivano. 2) il termine “naif”: significa “ingenuo-primitivo”. Da evidenziare come l’espressione pittorica si avvia sempre più verso il metafisico, il sentire, con profonda sensibilità, che occorre fermare il tempo o meglio pensare al recente passato come un valore ancora recuperabile, qualcosa che non debba venire maggiormente inquinato da una barbarie progressiva priva di anima e tutta protesa al materialismo.

L’Arte tutta ci può aiutare in questa operazione e allora cerchiamo di dare il proprio contributo.

2) La profondità prospettica e temporale è il veicolo di questa esperienza, il tramite di un’idea che scorre verso contenuti assoluti, universali. Nel dolce e fiabesco incanto della natura, ecco un fremito improvviso: il mistero dell’essere si rivela nel sogno.

Leave a Reply